I 10 compagni di classe che tutti abbiamo incontrato… in campo gara!

Drin, drin! Ancora cinque minuti, per piacere… Speravate di non dover sentire più l’odiato suono della sveglia, e invece eccovi qui: è arrivato settembre. Colazione, doccia, mille cambi per trovare l’outfit giusto, zaino in spalla ed eccovi davanti all’ingresso. Scambiate quattro chiacchiere con i compagni, l’atmosfera è frizzantina, state quasi per pensare che non è poi così male come ricordavate ma suona la campanella.
Entrate in classe e… chi è quella ragazza dallo sguardo fermo e la postura elegante? Sembra conoscente… Aliya Mustafina? Che ci fa nella vostra classe?!

Ammettetelo, se il primo giorno di scuola comprendesse una sorpresa del genere non sareste così restii a dire addio all’estate!

Provate a immaginare come sarebbe una classe composta da sole ginnaste: chi sarebbe il cocco della prof? Chi farebbe sempre confusione a lezione? Ecco cosa ne pensiamo noi!

L’inconsapevole – Aliya Mustafina

Quel compagno che qualsiasi cosa succeda, qualsiasi compito o interrogazione siano in programma, afferma di essere impreparato. Provate a rassicurarlo, ad aiutarlo, ma nulla può fermare la tragedia che sembra stare per abbattersi su di lui. Quando provate a fargli qualche domanda per dimostrargli che in realtà qualcosa la sa, non riesce neanche a rispondere in italiano. Pensate: “E’ perduto”. Ma appena si alza per andare alla lavagna, ecco che si trasforma: proprietà di linguaggio da fare invidia a Dante, velocità di calcolo migliore di un computer, torna a posto con nove e un gran bel sorriso. Vi chiedete dove abbiate sbagliato e perché a voi non succeda mai la stessa cosa.
Aliya è esattamente così. A ogni prova podio di un appuntamento importante, urla di disperazione si levano dal gymternet: “Non ho mai visto Aliya messa peggio di così”. Sembra non sappia eseguire decentemente una ruota. Poi arriva la gara e vince tutto. Non importa se è fuori forma, vince tre medaglie di cui un oro alla sua seconda Olimpiade. Non importa se la trave non è il suo attrezzo e azzecca la serie acro una volta su dieci, diventa campionessa mondiale. Cose da regina. Inconsapevole? Forse…

foto-aliya

 

Il secchione – Simone Biles

Una sola cosa è certa a scuola: il secchione andrà sempre bene. Sempre. Non importa quanto il compito sia difficile, non importa quanto lo mettano alla prova, non importa se affronta un’interrogazione con la febbre a quaranta: prenderà sempre, inesorabilmente, dieci. La volta in cui ha ricevuto un voto sotto il sette è diventata una leggenda metropolitana.
Quale ginnasta potrebbe essere perfetta per questo ruolo? Simone Biles, ovviamente. La regina della ginnastica, la dominatrice del quadriennio. Ha tutto: difficoltà, acrobatica, esecuzione, personalità, nervi saldi. E un gran bel sorriso in ogni momento. Vince, vince sempre e la amiamo proprio per questo. Alla faccia di chi dice che i secchioni sono antipatici e pieni di sé.

gif simone.gif

 

La leader – Aly Raisman

Serve qualcuno che raccolga i soldi per il regalo ai professori? La leader ha già il portafogli in mano. Serve qualcuno che organizzi la cena di classe? La leader ha già spedito gli inviti. Serve qualcuno che faccia il verbale dell’assemblea di classe? La leader parla, coordina il dibattito e scrive contemporaneamente.
Chi meglio di Aly incarnerebbe il ruolo del leader in una classe? Grazie alla sua incredibile costanza e capacità di mantenere i nervi saldi ha capitanato per ben due volte la squadra olimpica americana. Avrebbero vinto ugualmente, ma è bellissimo osservarla incoraggiare le compagne prima di un esercizio, guidarle durante le premiazioni (e se sei americana le premiazioni sono il tuo pane quotidiano), e radunarle dopo ogni gara a squadre per riunirsi in cerchio e urlare il tipico “Team USA!” alzando le mani al cielo.

gif final five.gif

 

La snapchatter – Ashton Locklear

Sapete a che ora si sveglia la mattina e a che ora va a letto la sera. Conoscete tutta la sua famiglia, dai genitori ai prozii di secondo grado. La sua vita non ha più alcun segreto per voi. Vi sembra quasi di averla in casa con voi per tutti i post che condivide: sto parlando della tipica compagna che condivide ogni momento su snapchat. Se di solito questo postare compulsivo non mi farebbe impazzire, sono grata per gli snap di Ashton. A parte offrire preziosissimi dietro le quinte di allenamenti e gare (e un vero fan della ginnastica ha una vena di stalking in lui, ma lo saprete meglio di me), gli snap di Ashton fanno letteralmente morire dalle risate. E’ simpatica, è divertente e nella sua palestra succedono sempre le scene più strane.

La sorpresa – Elisa Meneghini

Non ne azzecca mai una. Non un compito di matematica, non un test a crocette, non un’interrogazione. Studia, studia, studia e poi… si blocca. Tanto che nessuno si aspetta più nulla di che dalla povera ragazza-sorpresa. Finché un giorno qualunque il prof porta i compiti corretti e su quello dell’ignara e scoraggiata ragazza-sorpresa campeggia un dieci grande quanto una casa. Nessun segno rosso. Nessun appunto. La ragazza-sorpresa è più sorpresa del professore stesso e quasi piange per la gioia. Nessuno se l’aspettava e la data dell’evento diventa giornata d’istituto per gli anni a seguire.
E proprio in questo è riuscita la nostra amata Elisa. Grinta, talento e originalità fuori dal comune per anni frenati da inesperienza o ansia. Ma la nostra sorpresa non si è arresa e dopo una montagna russa di alti e bassi, tra upgrades inaspettati e cadute previste, ha stupito tutti proprio all’appuntamento più importante, le Olimpiadi. Vederla eseguire sorridente tutti gli esercizi in maniera impeccabile, con tutta quella pressione addosso, mi ha davvero commossa. Il mondo si è innamorato del suo corpo libero e i siti internazionali lamentano di non aver potuto ammirarla in qualche finale. Eli ha dato il meglio di sé a Rio e ha conquistato tutti con la sua allegria e il suo talento.
Se il suo piano era stupirci e farci sognare, ci è riuscita benissimo!

L’impegnata – Mez Monckton

Non ha un minuto libero: le sue giornate si dividono tra scuola, sport, corso di inglese, lavoro, incontri con il sindaco, volontariato e una vita sociale che farebbe invidia a Kim Kardashian. L’impegnata è di solito una ragazza solare e piena di entusiasmo che gira come una trattola ventiquattro ore su ventiquattro e non si stanca mai.
Mez è ormai una leggenda nel mondo del gymternet. A parte essere un esempio di determinazione e tenacia davvero ammirevole, non si ferma un attimo. Conosce tutti, ha amici in tutto il mondo, si allena, studia, visita palestre per incoraggiare le future promesse australiane, ha aperto un blog e un negozio di articoli sportivi ed è estremamente attiva su tutti i social presenti in circolazione. E’ un piacere vedere una ginnasta così vicina a “noi comuni fan” e speriamo un giorno di scoprire il suo segreto per rendere le giornate super produttive senza stancarsi mai.

La miss – Carlotta Ferlito

Tutti la conoscono e la ammirano. Ha uno stuolo di fan pronte a dare la casa per lei. Le mancano solo i paparazzi che la seguano ovunque vada, ma non glielo auguriamo. La miss è la tipica ragazza popolare amata da tutti.
Carlotta è una sorta di miss della ginnastica italiana grazie alla sua partecipazione al reality “Ginnaste – Vite parallele”. La sua personalità esplosiva l’ha resa la preferita di molte spettatrici e tra la sua indispensabilità per la squadra nazionale e la sua attività sui social è diventata presto la ginnasta più seguita d’Italia. La sua presenza in tv e in rete ha fatto conoscere il nostro sport al grande pubblico, quindi ben vengano “miss” di questo tipo!

L’esclusa – Gabby Douglas

L’esclusa è la tipica ragazza isolata dal resto della classe, di cui i compagni parlano male alle spalle.
La reputazione della povera Gabby è cambiata drasticamente dal 2012 al 2016. Da ragazza prodigio e rivelazione di Londra 2012, è diventata “quella che ruba il posto in squadra alle compagne”, quella che “lo fa solo per la fama” o quella che “non sorride mai” di Rio 2016. Per quanto i gusti personali sullo stile delle singole ginnaste siano insindacabili, così come lo sono le opinioni su chi aiuterebbe di più la squadra e chi meno, ci sembra che il gymternet si sia accanito un po’ troppo su Gabby. Potrà piacere o non piacere, ma non crediamo meriti tutto questo astio immotivato. E’ una delle pochissime americane ad avere avuto un comeback di successo e ci sembra difficile che qualcuno possa allenarsi trentadue ore a settimana “solo per la fama”!

Le dive – Squadra russa

La squadra preferita di molti. Avete presente gli angeli di Victoria’s Secret? Ecco, intorno alla squadra russa aleggia un’aria di superiorità e perfezione che tutti considerano irraggiungibile. Sono belle, sono brave, sono eleganti e hanno la caratteristica di fare soffrire i fan con i loro colpi di testa. Ma vengono perdonate subito quando lanciano i loro famosi sguardi di ghiaccio verso l’attrezzo. Le occhiatacce di superiorità delle “mean girls” del famoso film americano non sono nulla in confronto al timore che possono incutere gli occhi delle russe. Di solito le dive della classe stanno sempre tra di loro e sembrano venire da un altro pianeta con abitanti di intelligenza superiore alla nostra. Fortunatamente nel nostro caso le ginnaste russe sono anche simpatiche e si fanno amare così come sono.

al

 

Le migliori amiche – Larisa e Diana

Vanno sempre in bagno insieme, e non sia mai che un professore non permetta loro di muoversi contemporaneamente. Piuttosto che separarsi affronterebbero un’arena di leoni. Studiano insieme, chiacchierano per cinque ore consecutive, si conoscono da sempre e ormai leggono nella mente l’una dell’altra. Potete osservarle confabulare freneticamente sotto il banco o comunicare con lo sguardo.
Nel mondo della ginnastica Larisa e Diana sono le migliori amiche più dolci del mondo. E’ bellissimo vedere come si sostengano a vicenda e quanto il loro rapporto sia profondo e sincero. E fortunatamente, al contrario di quello che spesso si vede a scuola, il loro duo è inclusivo e non si isolano da tutti, anzi: sono amorevoli con le avversarie di tutto il mondo, tanto da avere creato tante bellissime amicizie internazionali (si capisce che le adoriamo?).

La ripetente – Vasiliki Millousi

L’eterna bocciata. E’ in quella scuola da anni, tanto da prendere il caffè con la preside e trattare i bidelli e i docenti come se fossero suoi amici di vecchia data. Si sospetta che i professori continuino a bocciarla solo perché ormai si sono affezionati a lei e non vogliono perderla.
Vasiliki, stella della ginnastica greca, calca i campi gara ormai da anni ma non accenna a smettere. Insegue quella medaglia sull’amata trave da tanto, troppo tempo, e sospettiamo che i giudici si siano messi d’accordo per negargliela ripetutamente in modo da continuare ad ammirare la sua eleganza e la sua grazia. Noi le auguriamo di coronare presto il suo sogno e di continuare a incantarci con le sue bellissime linee! Che possa diventare la prossima Oksana Chusovitina?

gif vasiliki.gif

 

Quella che studia ma non riesce – Angelina Melnikova

E’ l’incarnazione della diligenza. Non salta mai un compito, non si assenta neanche per un giorno. Ascolta pedissequamente tutte le direttive dei professori e i suoi appunti sono migliori di quelli diun amanuense. Nonostante ciò, non riesce ad andare oltre la sufficienza. Ci prova con tutte le sue forze, ma semplicemente non ci riesce.
l La bellissima neo-senior russa è proprio così. Talento da vendere, stile impeccabile, grande impegno in palestra. I requisiti ci sono tutti, ma non è ancora riuscita a sfruttare al massimo le sue capacità. Che sia colpa dell’inesperienza? Probabilmente. Angelina è una bellissima ginnasta e le auguriamo di diventare la nuova Aliya!

L’ansiosa – Seda Tukhalyan

Prima di un compito non riuscite neanche a starle accanto per l’angoscia che riesce a trasmettere. La gamba le trema in maniera così incontrollabile che potrebbe scatenare un terremoto. Suda freddo, balbetta, immagina scenari apocalittici per una semplice verifica.
L’ansiosa fa tenerezza a tutti i compagni, perché tutti sanno che, se riuscisse a contenere l’ansia, sarebbe bravissima. Seda è un’ottima ginnasta e ha aiutato la squadra russa in numerose situazioni. L’ironia della sorte, però, ha voluto che il suo attrezzo di punta fosse la trave. E la trave non perdona. Finora la sua carriera si è svolta tra qualifiche ineccepibili e finali disastrose, e viceversa. Sembra che una maledizione non le permetta di fare bene per due volte consecutive.
Ma considerato che l’ansiosa è una “ragazza-sorpresa” a cui ancora non è capitato il miracolo, mai perdere la speranza! Siamo sicuri che un giorno stupirà tutti, soprattutto se stessa!

Il cocco della prof – Vanessa Ferrari

Il cocco della prof è venerato dai docenti. Sembra circondato da un’aurea di intangibilità che lo rende immune a tutti i problemi che qualsiasi altro alunno potrebbe incontrare. Non solo viene sempre perdonato in caso di comportamenti poco consoni e di voti al di sotto della media, ma viene spesso lodato pubblicamente per la sua bravura.
In Italia il cocco della prof potrebbe essere Vanessa Ferrari. La leggenda della ginnastica tricolore. Tutti hanno un occhio di riguardo verso di lei, ma non perché le venga riservato un trattamento di favore: semplicemente, è sempre stata, ed è, una spanna sopra le altre. Alla sua “veneranda” età di ventisei anni, ha all’attivo tre olimpiadi, cinque medaglie mondiali, dieci europee e tantissime altre in campo internazionale e nazionale. Nonostante gli acciacchi e una tendinite che sembra non darle tregua, continua ad essere un punto di riferimento fondamentale della squadra. Ci sembra giusto coccolarla un po’, se lo merita.

Il clown – Laurie Hernandez

I giorni in cui è assente, l’aula si rivela incredibilmente tranquilla; la giornata scorre noiosa in un clima di sonnolenza generale. Quando c’è, però, è impossibile non notarla. Tra battute, scherzi e smorfie strappa un sorriso a tutti, professori compresi. E gli insegnanti stessi, nonostante spesso la rimproverino, sono felici di avere una tale fonte di allegria in classe.
La neo-senior americana sarebbe perfetta per questo ruolo. Sprizza energia da tutti i pori e ha uno stile grintoso e unico. Le sue espressioni facciali durante il corpo libero sono diventate famose in tutto il mondo e hanno portato una ventata di aria fresca nel mondo della ginnastica. Chi non ama Laurie e la sua esplosività?

foto laurie.png

Bonus: abbiamo già abbinato queste ginnaste a dei tipi di compagni di classe, ma si sa che gli stereotipi sono limitanti, quindi perché non tenere in considerazione altri loro tratti caratteristici? Ecco ben due bonus per voi!

La regina dei sonnellini – Aly Raisman

E’ una maestra nel simulare di essere attenta alla lezione (mentre non sa neanche cosa voglia dire il termine attenzione). Ha la discrezione di un ninja quando trova la perfetta posizione per dormire sul banco senza farsi notare. I professori credono sia un alunna modella, silenziosa e disciplinata, ignorando che in realtà interpreta la bella addormentata a tempo pieno.
Avrete sicuramente notato le innumerevoli battute che le Final Five rivolgono ad Aly Raisman per la sua capacità di dormire perennemente quando non è in palestra, tanto da valerle il titolo di “Nap Queen”. Considerata la dinamicità del suo corpo libero, sembra difficile immaginarla ferma a riposare, ma dopotutto dovrà pur recuperare le energie dopo le acrobazie che esegue sul quadrato!

La brava che fa casino ma non viene mai rimproverata – Simone Biles

Tutte le classi ne hanno una. Fa continuamente battute, tanto da fare ridere anche i docenti. E’ un’esperta nel distrarre il professore non appena entra in classe e chiacchierare del più e del meno con lui in modo da perdere i primi dieci minuti di lezione. E’ la prima a distrarre tutti con il suo spirito e il suo umorismo, ma i professori la perdonano sempre perché ha buoni voti. Di solito quando succede qualcosa non viene mai accusata e spesso se la cava pur essendo colpevole.
Simone è una ragazza estremamente allegra e spiritosa, con la risata sempre pronta. Non sappiamo come si comporti in allenamento, ma immaginiamo che se dovesse fare ridere le compagne, Martha la perdonerebbe. E scoppierebbe a ridere anche lei.

 

 

 

Disclaimer. Con questo articolo un po’ più spiritoso del solito abbiamo cercato di alleggerire un po’ lo stress da ritorno a scuola, strappandovi – si spera – qualche sorriso. Ovviamente è impossibile imprigionare persone in carne ed ossa in stereotipi (che personalmente non sopportiamo), né vorremmo mai deridere qualcuno affibbiandogli ruoli o caratteristiche degradanti. Per questo motivo, non prendete alla lettera tutto quello che abbiamo scritto in questo articolo: ammiriamo e rispettiamo tutte le protagoniste di questo bellissimo sport e non abbiamo alcuna intenzione di deriderle pubblicamente! Volutamente non abbiamo scelto stereotipi negativi, perché nessuna ginnasta presente sul panorama nazionale e internazionale meriterebbe un simile trattamento. Dato il carattere umoristico dell’articolo, molte situazioni sono state volutamente esagerate e ingigantite.
Speriamo che questo pezzo un po’ più frivolo vi abbia divertito!
Annunci

Categorie:Classifiche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...